Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. Cliccando su "OK, ACCETTO" o continuando la navigazione accetterai la nostra informativa: "Cookies Policy Completa"
Area guadagno
139
BUSINESS "GET PAID TO"
190
BUSINESS GRATUITI
133
BUSINESS CON INVESTIMENTO
29
BUSINESS PER WEBMASTER
60
BUSINESS PER RISPARMIARE
TROVA IL TUO BUSINESS
Tipologia di guadagno
Lingua del sito
Metodo di pagamento
TOP 50 - BUSINESS DI TENDENZA
TOP 50 - BUSINESS ORDINE CRONOLOGICO
TOP 50 - BUSINESS PIU' PAGANTI
TOP 50 - BUSINESS PIU' APPREZZATI
TOP 50 - BUSINESS PIU' PRENOTATI

Guadagna Online - Aste Online

GETPAIDTO
GRATUITI
INVESTIMENTO
WEBMASTER
RISPARMIARE
Ciao a tutti e benvenuti nell'area delle aste online, un fenomeno in rapida espansione.
Sono sicuro che la maggior parte di voi si sarà già imbattuto (o per lo meno abbia già sentito parlare) delle aste online.
Ma vediamo dettagliatamente cosa sono, come funzionano e cosa promettono.
Intanto è bene specificare che ci sono 2 differenti tipindi aste online:
1. ASTE AL RIBASSO
2. ASTE LIVE


1. ASTE AL RIBASSO
Come si può notare dal nome, un'asta al ribasso è un tipo di asta che funziona in maniera inversa rispetto ad una tradizionale, ossia vince chi offre di meno e non chi offre di più.
Detto questo, i più cinici avranno pensato: "Ma che cavolata, se offro un centesimo è logico che vinco!".
Anche noi la prima volta avevamo pensato la stessa cosa, ma purtroppo (o per fortuna) non è cosi semplice.
Leggete la domanda sotto per capire il funzionamento.
Come funzionano le aste al ribasso?
Come detto in precedenza, vince chi offre meno, ma tecnicamente non è così.
In realtà si aggiudica l'asta colui che propone un'offerta unica più bassa.
Spiegato in questa maniera non è molto comprensibile, quindi proviamo a fare un esempio utilizzando l'immagine di spiegazione di "AstaClick" (immagine a destra).
Mettiamo che ci sia in palio un Nokia N97 dal valore di mercato di 399,00 €.
Riprendendo la definizione prima esposta, si aggiudica l'asta colui che propone l'offerta unica più bassa.
Nell'immagine mostrata vediamo come l'offerta che vince l'asta è 0,03 €.
Vediamo il perchè di questa vittoria:
- L'offerta più bassa possibile da effettuare (0,01 €) è stata proposta da 3 utenti, quindi non valida perchè non è unica;
- La seconda offerta di 0,02 € non è valida perchè proposta da 3 utenti e, come nel caso precedente, non è una unica;
- L'offerta di 0,03 € risulta vincente perchè è quella più bassa ad essere stata proposta da un unico utente;
- L'offerta di 0,04 €, non è valida perchè, anche se è unica (ha solo 1 offerta) è più alta di quella di 0,03 €;
- Tutte le offerte più alte di 0,03 € (che è quella unica più bassa) risultano quindi perdenti.
Quanto costa far una puntata?
Far la propria puntata generalemente costa dagli 0,10€ ai 0,50 €.
Perchè un sito dovrebbe vendere un oggetto da centinaia di euro a pochi centesimi?
In realtà, dietro a queste aste vi è lo stesso un forte guadagno per il sito stesso, provate infatti a pensare.
Se partecipano all'asta 300 utenti ed ognuno di essi fa 4 o 5 puntate (quindi ciascuno spende 2,00 €), vediamo che alla fine vengono pagati più o meno 600,00 €, che vanno nelle casse dei siti di aste.
Facciamo un esempio pratico chiarificatore:
"E' messo all'asta il solito Nokia N97 dal costo di 399,00 €. A quest'asta partecipano 250 persone ed in media ogni utente propone 6 offerte differenti (il costo di una puntata è di 0,50 € e di conseguenza ogni utente investe 3,00 €). Il cellulare viene venduto a 10,00 €.
Ai più potrebbe sembrare una truffa perchè è impossibile che un cellulare da 400,00 € venga venduto a 10,00 €, ma in realtà, facendo 2 calcoli, vediamo che tutto torna e la legge che nessuno ti regala mai niente è ancora rispettata!
Il sito infatti, a fronte di una spesa di 399,00 € del costo del cellulare, guadagna una cifra di quasi 270,00 € superiore (calcolando i 3,00 € spesi da ogni utente x 250 utenti + 10,00 € il cellulare, vediamo che il sito raccoglie 760,00 €).
Quindi più che una truffa si può definire un affare per il vincitore!

2. ASTE LIVE
Inversamente di quelle al ribasso, le aste live sono le tipiche aste in cui si aggiudica un articolo colui che propone l'offerta più alta.
Detto in questa maniera siamo sicuri che vi stuzzichino meno che le precedenti, ma vi assicuro che si possono fare affari altrettantemente buoni (se non migliori).
Come funzionano le aste live?
Come detto in precedenza, vince chi offre di più e non c'è molto da spiegare perchè è l'azione che si svolge tranquillamente durante una qualsiasi asta.
Si parte dal costo di 0,00 € e dopo la prima puntata parte l'asta.
Le puntate aumentano le offerte di una cifra costante (generalmente di 0,05 €).
Vi è anche un timer che indica il tempo che manca alla fine dell'asta con il prezzo attuale e questo viene aumentato di un tot di secondi ogni volta che viene effettuata una nuova offerta.
Qualora nessuno effettui la sua puntata ed il timer arrivi allo scadere, l'asta termina immediatamente e ad aggiudicarsi l'oggetto in contesa sarà l'ultimo utente ad aver rilanciato.
Ma vediamo come funziona il meccanismo partendo dall'esempio di "Prezzi Pazzi" (immagine a destra).
Notiamo che in questo caso è stato messo all'asta una "Console Nintendo Dsi XL", il cui prezzo reale si aggira intorno ai 150,00 €.
L'asta parte da 0,00 € ed ogni volta che si clicca il pulsante "PUNTA" il Prezzo aumenta di 0,01 €.
Il Timer segna al momento 63.0 e quello indica il tempo rimanente per poter effettuare una nuova puntata (poco più di un minuto rimanente).
Qualora non vi siano più offerte, l'ultimo utente ad aver fatto la puntata (in questo caso un certo bellavitasì) si aggiudica il Nintendo a 28,71 €.
In caso contrario, cliccando nuovamente su "PUNTA", il timer ripartirà da 120 secondi con l'ultima offerta di 28,72 €.
Si continuerà così finchè il timer non arrivi a 0.0 e l'ultimo utente ad aver effettuato la puntata si aggiudicherà l'oggetto.
Quanto costa far una puntata?
Far la propria puntata generalemente costa dagli 0,10 € ai 0,50 € anche se molti siti costringono l'utente ad utilizzare più gettoni (e quindi più soldi).
Perchè un sito dovrebbe vendere un oggetto da centinaia di euro a pochi centesimi?
In realtà, dietro a queste aste vi è lo stesso un forte guadagno da parte dei siti delle aste.
Proviamo a prendere l'asta di prima mostrata nell'esempio precedente (che tra l'altro non era neanche terminata).
Fare una puntata in "Prezzi Pazzi" costa 0,50 € e le puntate aumentano di 0,01 €.
Al momento in cui è stata acquisita l'immagine, il prezzo era di 28,71 €, cioè, facendo un rapido calcolo (2871 puntate x 0,50 € a puntata) si erano già spesi in totale più di 1400,00 € per un Nintendo dal valore reale di 150,00 €.
Noterete quindi che questi siti non sono truffe, perchè il guadagno ce l'hanno eccome.
L'unica cosa consiste nello scegliere il momento giusto e razionalizzare le puntate.
Quindi più che una truffa si può definire un affare per il vincitore!

CONSIGLIO DI GUADAGNOLANDIA
Spesso chi utilizza questi siti è perchè vuole provare a fare il colpaccio ottenendo prodotti ricercati praticamente gratis (con 4 o 5 puntate al massimo).
Se però desiderate un oggetto a tutti i costi, con questi siti di aste è possibile comunque ad ottenerli a prezzi relativamente bassi.
Spesso infatti dopo 10 puntate (equivalenti per la maggior parte dei siti a 5,00 €) si lascia stare e si pensa ad altro.
Però provate a pensare: un iPhone lo si compra ad oltre 600,00 € quindi, anche facendo 400 puntate (equivalenti a 200,00 €) il risparmio è comunque elevato (più di 400,00 €).
Il nostro consiglio, se volete ardentemente un oggetto all'asta (articoli costosi tipo iPhone, televisioni, iPad, Reflex), è quello di entrare quando il suo prezzo oscilla intorno ai 30,00/35,00 € (generalmente è questo il prezzo su cui si aggira la chiusura delle aste) e continuare a puntare fino a che tutti desisteranno (200 puntate permettono infatti di puntare per 10,00 €, ben oltre il prezzo medio di vendita).

I "CONTRO"
- non sempre si vince;
- spesso si perde del denaro;
- metodo anche fortuito.
I "PRO"
- risparmi enormi;
- oggetti ricercatissimi all'ultima moda;
- serve un pò di logica e abilità.



ELENCO DEI MIGLIORI BUSINESS
TENDENZA
CRONOLOGICO
PAGANTI
APPREZZATI
PRENOTAZIONI

×

RICERCA

Cos'è?
SITO SPONSORIZZATO
DINASTY OF FREEDOM
Dinasty of Freedom
5.0
Dinasty Of Freedom è online da circa 8 mesi con le prime versioni ma attivo per i miner dal 20 giugno 2016. L'utente che l'ha suggerito dichiara di aver seguito i lavori fin dall'inizio, aiutando il fondatore nel debug dei sistemi. Attualmente ci sono circa 300 iscritti (dati aggiornati al 24 luglio 2016). Si può guadagnare attraverso la promozione...